Archivi tag: vacanze

Pronti, partenza, via!

balance-beam-726244__180

Le idee per le destinazioni sono così tante da non permettere di fare una scelta in tempi brevi?

Il caldo torrido ottenebra la mente e progettare un viaggio di relax diventa faticoso?

Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in estate, viaggi

Varia che ti passa!

Una vacanza è certamente un buon antidoto contro lo stress, non solo perché si abbandonano gli strumenti da lavoro ma anche perché si lascia a casa la noiosa routine che si ripete tutti i santi giorni. Variare, quindi, è una strategia vincente non solo a tavola, ma anche in vacanza, a partire naturalmente dal posto – diverso dal solito (almeno per i più fortunati) – in cui si è diretti per trascorrerla in grande stile. I vacanzieri a stelle e strisce potranno ad esempio provare l’ebbrezza di consumare pasti gustosi non comodamente seduti all’interno di un ristorante, caffè o simili, ma in piedi davanti a un food truck, scegliendo tranquillamente tra piatti dolci o salati. La qualità del cibo, tutt’altro che scadente, si desume dalle file, a vote interminabili, davanti a questi camioncini gastronomici ambulanti, nonché dal fatto che anche grandi chef stellati prestino le manine d’oro alla preparazione dello street food, avendo fiutato l’enorme potenziale di questo trend in netta crescita. Al richiamo di odori e sapori di tutte le cucine del mondo sono davvero pochi a resistere, grazie anche al doppio vantaggio offerto dal food on the move. Uno è quello di potersi regalare una pausa pranzo della giusta durata, ossia sufficiente al ristoro ma senza inutile spreco di tempo da poter dedicare alle attività praticabili in vacanza, inclusa quella del “sano” poltrire! L’altro vantaggio è che si può variare menù di giorno in giorno passando dal food truck di cibo libanese al food truck di cibo greco. Basta puntare l’occhio sulle scritte sui camioncini o,  per i più navigati, lavorar di narici, e non si corre il rischio di incappare in ripetuti bis di pietanze già trangugiate. Se non si fa parte della categoria dei vacanzieri goderecci, bensì di quelli avventurosi e incalliti inseguitori dei washboard abs (o six pack), ossia degli addominali a tartaruga, si può variare tra paddlesurfing, water flying, cliff diving e fookret (una combinazione di football e cricket). Se poi alla poltrona dell’aereo si preferisce sopra ogni cosa la poltrona di casa, no prob: con la carrellata di film “da vacanza” segnalata da Tech Princess in Cinema e vacanze, “il piatto è servito”.

Lascia un commento

Archiviato in cinema, sport, viaggi

As time goes by…dalla fine delle vacanze all’inizio dell’autunno è un attimo

Per alcuni, il rientro dalle vacanze è caratterizzato da inequivocabili segnali di post vacation blues mentre per altri il problema non si pone perché hanno optato obtorto collo per l’originale formula della staycation
Restando sul posto, in pratica, si sfruttano tutte le alternative possibili per evadere sia tra le mura domestiche, grazie ad attività rilassanti e piacevoli che durante i periodi lavorativi non si ha mai il tempo di fare, sia entro i confini cittadini, partecipando a varie iniziative organizzate solitamente proprio nel periodo estivo. Può trattarsi di serate di cinema all’aperto,  di eventi musicali, mostre, saghe, festival… e la lista è lunga, almeno per chi ha la fortuna di vivere in luoghi culturalmente  vivaci e attivi.  Oggi, con la crisi che morde, è infatti proprio il caso di dire che le ferie tradizionali sono andate in vacanza, ed è questa la chiave del successo del nuovo modo di staccare la spina e di impegnare al meglio il leisure time. Si può optare anche per lunghe passeggiate in bici o per “rinfrescanti” letture sotto l’ombrellone del terrazzo di casa, senza rimpiangere affatto una spiaggia pur bella ma ricoperta da una marea di patiti del solleone.  Tra l’altro, sembra proprio che la book therapy faccia più miracoli di una spa. Sarà forse questo che spiega l’impazzare della moda dei bookshelfies, sperando solo che i libri vengano letti davvero e che non facciano solo da sfondo agli autoscatti da postare poi sul Web 😉

Il periodo autunnale, però, regala gioie con cui la tecnologia non può competere…praticare il leaf peeping è un vero piacere per gli occhi e non solo. Partecipare  a tour organizzati per assistere al meraviglioso fenomeno del foliage è sicuramente una delle cose da fare per chi ne ha l’opportunità. Basta un giro in un bel parco cittadino per avere un assaggio di uno degli spettacoli più sorprendenti allestiti da madre natura, anche se sarebbe meraviglioso ripercorrere gli itinerari del New England segnalati da questo sito

Per restare in territorio americano e tracciare un fedele ritratto della stagione alle porte, cedo la parola a una grande poetessa

“Sono più miti le mattine

e più scure diventano le noci

e le bacche hanno un viso più rotondo,

la rosa non è più nella città.

Aceri

L’acero indossa una sciarpa più gaia,

e la campagna una gonna scarlatta.

Ed anch’io, per non essere antiquata,

mi metterò un gioiello”.

    

Lascia un commento

Archiviato in Apprendimento lingue