Cambiare si può…e si deve!


change-20272_640

Anno nuovo, prospettive nuove in cui inquadrare vita, lavoro, casa. L’arricchimento (materiale e spirituale) deve fungere da buzzword, inducendo cambiamenti stimolanti sotto ogni profilo.

Tagli imperativi dunque alle banalità e a tutto ciò che è cookie-cutter, e linea dura contro flotsam and jetsam per fare largo all’originalità, all’aria fresca e rigenerante delle novità schway. Bisogna, insomma, dare un calcio alle zavorre e salutare con favore il nuovo, al grido di Give it a shot!    

In casa, ad esempio, to get to the nitty-gritty, si può rivoluzionare ogni cosa con un semplice tocco di stile o colore aggiunto qua e là con sapiente moderazione ma anche con una certa dose di coraggio, optando per accostamenti cromatici bold o classici ma d’effetto come il blu delle ceramiche olandesi di Delft. In alternativa, si può optare per accostamenti “geografici” come i tappeti flokati greci, i tessuti chintzy per chi ama lo shabby chic rurale provenzale o le atmosfere da cottage inglese.

Chi avesse voglia di stupire i propri ospiti, potrebbe portare tocchi di sol levante in casa realizzando una stanza per il cha no yu, la cerimonia del tè, od organizzare un kotatsu in un confortevole angolo del living per le giornate più fredde dell’anno. I più fortunati con a disposizione spazi più ampi, potranno puntare a un engawa come in queste splendide foto che invitano a sognare a occhi aperti. La fusione tra spazi interni e spazi esterni diventa infatti intima, grazie all’uso di raffinate sliding door che portano il nome di fusuma e shōji.

Per combattere i rigori dell’inverno, intanto, non resta che allestire un comodo reading nook debitamente munito di colorati duvet o boutis, e sorseggiare un punch o qualunque bevanda calda leggendo magari suggestive poesie haiku. 

La “rivoluzione” parte da dentro di noi e dal focolare domestico per poi estendersi altrove e abbracciare tutte le sfere di nostro interesse.

Qualcuno augurava “buona camicia a tutti!”…io, più “semplicemente”, auguro “buona rivoluzione a tutti” per questo 2015, soprattutto se non siete nati con la camicia!

 

                

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in cambiamento, casa, Foreign Languages, francese, giapponese, inglese, rivoluzione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...