Un nome, una leggenda!


moda_logo

Un’icona del cinema, Brigitte Bardot, è vicina al traguardo degli 80, il prossimo 28 settembre, il che rende inevitabile ripercorrere brevemente la sua storia per recuperare le tracce lasciate nella memoria collettiva. Attraverso il cinema, la musa di Godard ed Andy Warhol tra gli altri, è stata infatti un’autentica trendsetter, dettando moda, è il caso di dirlo, dalla testa ai piedi! Con lo chignon choucroute, un’acconciatura a nido d’ape come quella che ha immortalato Audrey Hepburn in “Colazione da Tiffany”, la bionda che non si scorda ha calcato ad esempio le scene del film “Gli amanti del chiaro di luna“, mentre ha prestato il nome a un tipo di scollatura a spalle scoperte sfoggiata in svariate occasioni. I piedini della Jeanne d’Arc degli animali hanno inoltre avuto il piacere di scivolare nelle comode ballerine create su richiesta da Repetto, ribattezzate Cendrillon per il richiamo alle calzature indossate da Cenerentola nella nota fiaba. Dalle battaglie ambientaliste della Camille di Il disprezzo si passa alle battaglie militari del generale inglese F. J. M. Somerset Raglan, che ha dato il nome a un tipo di cappotto con maniche provviste di particolari cuciture, nonché a quelle combattute dal conte di Cardigan, che ha dato vita al celebre maglione con abbottonatura o zip sul davanti. Restando in tema di titoli nobiliari, il  conte cede il passo a una principessa dai biondi capelli e dal passato di attrice come B.B., la splendida Grace Kelly, cui si deve il nome della celebre borsa ideata da Hermes. Un simpatico aneddoto vuole che l’handbag della musa di Hitchcock passata dall’Olimpo del cinema al Principato di Monaco venne usata per nascondere ai paparazzi l’attesa della figlia Carolina. Generosa di forme, la borsa si prestava bene, evidentemente, allo scopo. Un’altra firma altisonante della moda, Gucci, ha preso invece a modello una donna di un’eleganza straordinaria che rivestì anche il ruolo di first lady, Jacqueline Onassis, rinominando Jackie O una borsa di sua creazione nata come “Constance”. L’elenco degli eponimi in questo campo, come pure in altri, potrebbe proseguire all’infinito, così come potrebbe richiedere lunghe letture la storia che lega determinati nomi o parole al mondo della moda. Questo link targato Treccani fornisce spunti molto interessanti sull’argomento. Solo un assaggio: mai sentito parlare di “cashgora”? È una parola macedonia nata dal binomio cashmere + angora!

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in cinema, eponimi, linguaggio, moda, parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...