Malala Day: un pensiero all’istruzione è d’obbligo!


La storia della blogger Malala, bambina coraggio, la conosciamo tutti, e tutti certamente condividiamo il suo desiderio legittimo di un accesso incondizionato all’istruzione. Desiderio che, oltrepassati i confini virtuali del blog, è diventato un’unica voce che risuona ai quattro angoli del pianeta. L’istruzione è quell’arma potente che ci consente di acquisire la consapevolezza di poter cambiare le cose con le nostre azioni; lo capì bene all’epoca Gandhi, che tanto si prodigò per la sua diffusione, e lo capiscono bene oggi i numerosi firmatari (circa 30.000) di una petizione con cui si chiede il conferimento del premio Nobel per la pace alla ragazzina pakistana in fase di recupero dopo l’attentato subito.  A questo scellerato atto di inciviltà e codardia, si contrappone con forza un atto di protesta planetario che lo condanna e sventola con fierezza il vessillo della libertà di opinione e del rispetto dei diritti. “Fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza”, diceva Dante, e gli fa eco oggi, secoli dopo, Muriel Barbery in L’eleganza del riccio “(…) la scuola fece di me un’anima il cui destino vacuo poteva condurre solo alla rinuncia e alla clausura. La meraviglia della mia seconda nascita aveva preparato in me il terreno al dominio delle pulsioni; poiché la scuola mi aveva fatto nascere, le dovevo fedeltà e quindi mi adeguai alle intenzioni dei miei educatori diventando docilmente un essere civilizzato. In effetti, quando la lotta contro l’aggressività del primate si appropria di queste armi prodigiose che sono i libri e le parole, l’impresa è agevole: e così divenni un’anima istruita che attinge dai segni scritti la forza di resistere alla sua natura.”  Non credo esistano parole più efficaci per descrivere il potere dell’istruzione, e la letteraura viene ancora una volta in soccorso con queste belle parole di Edmondo De Amicis: “Coraggio, dunque, piccolo soldato dell’immenso esercito. I tuoi libri sono le tue armi, la tua classe è la tua squadra, il campo di battaglia è la terra intera, e la vittoria è la civiltà umana.”

Buon Malala Day a tutti!

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Apprendimento lingue

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...