“On line” o “in loco”? I luoghi per imparare o approfondire una lingua.


Oggi, un breve excursus sul panorama delle opportunità offerte dal Web per affinare la conoscenza di una lingua straniera. Per cominciare, esistono ad esempio diversi siti dove poter trovare dei pen friends [en] con cui fare pratica con la lingua straniera scritta via email o chat/videochat; eccone una lista qui  [en].

Per qualcosa di più concreto che coinvolga un contatto “face-to-face”, ci si può orientare invece sugli scambi linguistici, scegliendo fra tre opzioni: ospitalità reciproca di un bambino/adolescente previo precedente accordo tra due  famiglie residenti in due diversi stati; soggiorno di un bambino/adolescente presso una famiglia ospitante residente all’estero e precedentemente scelta sulla base di criteri ben precisi; ospitalità di un bambino/adolescente straniero in casa propria. I siti che propongono queste opportunità sono numerosi, basta fare un’accurata ricerca in rete in base alla lingua straniera di cui si desidera affinare la conoscenza. È consigliabile prediligere la Francia per la lingua francese, l’Inghilterra per la lingua inglese, la Spagna per la lingua spagnola e così via…per garantire perlomeno un minimo di “purezza” linguistica.

Resta poi in vigore la vecchia formula “au pair”, che consente di fare un soggiorno retribuito per il lavoro di babysitter, ad esempio, svolto presso la famiglia ospitante, imparando davvero la lingua parlata sul posto e ottenendo una remunerazione che varia in base agli accordi.  Anche in questo caso, la rete corre in soccorso proponendo un’ampia scelta di siti specializzati, da consultare uno ad uno per vivere un’esperienza ritagliata su misura. È preferibile comunque orientare la scelta su tour operator di consolidata fama e su realtà sperimentate da utenti che abbiano espresso un giudizio positivo, un po’ come si fa per gli alberghi su Tripadvisor, ove non incorrere, se possibile, in spiacevoli sorprese.       

Vi sono poi gli intramontabili viaggi-studio all’estero presso i college, ma per esperienza diretta consiglio di propendere per i soggiorni linguistici presso le famiglie. Nei college, infatti, si rischia di interagire inevitabilmente con studenti della propria nazionalità anziché con quelli stranieri, soprattutto se si fa parte di un gruppo precostituito alla partenza, riducendo così l’apprendimento a mera attività scolastica svolta unicamente durante le lezioni tenute in aula.

Per chi ha un livello di conoscenza della lingua da intermedio ad avanzato, si può invece unire l’utile al dilettevole restando davanti al pc e visionando video-tutorial su argomenti di proprio interesse, così da potenziare le conoscenze linguistiche in maniera proficua. La passione per un determinato campo favorisce infatti la concentrazione, quindi l’apprendimento, aumentando l’efficacia delle sessioni anche grazie al contributo di stimolanti elementi audio-video e all’acquisizione di conoscenze da poter mettere in campo realizzando progetti concreti e gratificanti.                 

 

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Apprendimento lingue, Foreign Languages, Langues étrangères, lingue straniere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...